Corpo estraneo nell'orecchio

Qual'è il problema

I bambini introducono con facilità piccoli oggetti all'interno dell'orecchio, nei loro condotti uditivi, come perle, sassolini, palline di carta, chicchi di grano, ecc.; negli adulti i corpi estranei più comunemente rinvenuti nelle orecchie sono parti di fiammiferi o bastoncini ovattati, usati nel tentativo di alleviare prurito, o di rimuovere tappi di cerume.
Spesso i corpi estranei sono rappresentati da insetti penetrati accidentalmente nell'orecchio.

Come si manifesta

I sintomi più comuni sono:
  • un dolore improvviso,
  • sensazione di pienezza nell'orecchio,
  • rumori fastidiosi nell'orecchio, soprattutto ronzii o rimbombi,
  • secrezioni dall'orecchio, soprattutto nei bambini.

Quali sono i rischi

La permanenza di un corpo estraneo nell'orecchio può portare ad infezioni.

Cosa si deve fare

  • In genere è necessario far rimuovere il corpo estraneo da un medico. I piccoli oggetti di metallo o di vetro possono essere rimossi mediante irrigazione, mentre questa procedura può essere controproducente in caso di oggetti che si rigonfiano a contatto con l'acqua (esempio chicco di grano, pallina di carta).
  • Non è consigliabile l'uso di pinze per la rimozione di oggetti, soprattutto da parte di persone non esperte, in quanto potrebbero spingere il corpo estraneo più profondamente.
  • Nel caso di penetrazione di insetti ancora vivi si consiglia il riempimento del condotto uditivo con olio minerale (es. olio di vaselina) che uccide l'insetto e ne favorisce la rimozione.
  • Non lasciare oggetti di piccole dimensioni alla portata dei bambini piccoli e insegnare loro a non introdurre oggetti nell'orecchio.

Quando rivolgersi al medico

Contattare il medico se:
  • esce sangue dall'orecchio,
  • il dolore persiste,
  • lo scolo di essudato dall'orecchio continua.

Data di redazione Archivio Saninforma.


Copyright © 2000-2016 - Az. Speciale Farmacie Comunali Riunite - Reggio Emilia
É vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini presenti sul sito.