Dieta a basso contenuto di sodio

Il sodio è un componente della dieta indispensabile per il nostro organismo. La principale fonte alimentare è costituita dal sale da cucina (sodio cloruro), ma è presente anche in molti cibi e nell'acqua.
Le persone che hanno la pressione alta o il cui cuore non riesce a ''pompare'' il sangue in modo adeguato, devono alimentarsi con cibi poveri di sodio (o dieta iposodica). Se lo stato di salute lo consente può essere utile ridurre gradualmente la quantità di sale impiegato, in modo da abituarsi al nuovo sapore dei cibi. E' inoltre importante leggere attentamente le etichette dei cibi confezionati per controllare se contengono sodio cloruro o altri sali di sodio.
 
Tipo di alimento
 
Carne
In genere tutte le carni conservate (salumi, carni affumicate, insaccati) Frattaglie (cuore di manzo, rognone).
Pesce
Salmone affumicato, tonno sott'olio e in generale tutti i pesci conservati, sotto sale o affumicati (arringhe, sardine, baccala, ecc.). Ricchi in sodio sono anche crostacei come i gamberi, granchi, vongole.
Farinacei
Pane (salato). Preferire il pane toscano insipido. Crackers salati, patate fritte e ogni altra merenda salata (es. arachidi salate, polentine fritte, ecc.).
Prodotti lattiero caseari
Formaggi stagionati (tutti i tipi).
Vari
Tutti i cibi in cui il sale sia aggiunto durante la loro preparazione in quantità eccessiva.
 

Data di redazione Archivio Saninforma.


Copyright © 2000-2016 - Az. Speciale Farmacie Comunali Riunite - Reggio Emilia
É vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini presenti sul sito.