Sinusite

Che cos'è

La sinusite è l'infiammazione della mucosa dei seni paranasali, piccole cavità presenti nelle ossa poste a livello della radice del naso, al di sotto delle sopracciglia e ai lati del naso. Può essere di origine virale, batterica, allergica e spesso si manifesta dopo un comune raffreddore.
Causa di sinusite possono essere difetti anatomici (deviazione del setto nasale) o infezione ai denti. Infiammazioni acute ripetute possono indurre lesioni irreversibili della mucosa (sinusite cronica).

Come si manifesta

Sintomo caratteristico è il dolore e può interessare la fronte, le zone sopra e sotto gli occhi, la mascella, fino ad assomigliare ad un mal di denti. Il dolore è accresciuto dalla posizione ricurva e dai colpi di tosse. Altri sintomi sono naso chiuso con mucosa gonfia ed arrossata, scarico di muco purulento o verdastro dal naso. Talvolta insorgono tosse e febbre.

Quali sono i rischi

Le complicazioni sono ormai rare grazie alla possibilità di controllare l'infezione attraverso una terapia antibiotica adeguata.

Cosa si deve fare

  • Inalazioni di vapore e umidificazione dell'ambiente facilitano il drenaggio nasale.
  • Comuni analgesici ed applicazione di calore sulla fronte e sul naso (compresse di garza umide e calde) aiutano ad alleviare il dolore.
  • Il naso deve essere soffiato con delicatezza. Per i bambini è preferibile l'uso di un aspiratore nasale per rimuovere il muco da entrambe le narici.
  • E' consigliabile bere molto ed osservare comuni norme igieniche, come: evitare ambienti molto secchi ed affollati, il fumo, le correnti d'aria, le temperature molto basse.
  • I sintomi possono essere alleviati utilizzando uno spray nasale decongestionante, ricordando la necessità di usare questo tipo di farmaco per un periodo di tempo limitato (3-4 giorni), poiché un uso prolungato potrebbe portare ad un aggravamento dei sintomi.
  • L'eventuale terapia antibiotica prescritta dal medico deve essere seguita scrupolosamente e per tutto il tempo indicato.

La sinusite che non risponde alla terapia antibiotica può richiedere interventi di altro tipo per migliorare ventilazione e drenaggio nasale e per rimuovere materiale infetto.

Quando rivolgersi al medico

  • Se la temperatura supera i 39° C.
  • Quando si ha emissione di muco striato di sangue.
  • Se il mal di testa è molto forte e non è alleviato dall'uso di un comune antidolorifico.
  • Se compaiono tumefazioni sulla fronte, sugli occhi, naso o zigomi.
  • Quando insorgono problemi alla vista, in particolare annebbiamento.
  • In caso di possibili effetti indesiderati provocati dalla terapia adottata.

Data di redazione Archivio Saninforma.


Copyright © 2000-2016 - Az. Speciale Farmacie Comunali Riunite - Reggio Emilia
É vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini presenti sul sito.