Otite esterna

Che cos'è

L'otite esterna è caratterizzata da infiammazione del condotto uditivo. La forma acuta è solitamente causata da infezione batterica o più raramente da un fungo. L'intero condotto può essere interessato (otite esterna diffusa) oppure l'infezione può essere localizzata (foruncolo). L'otite esterna è più comune durante la stagione estiva e viene anche definita ''orecchio del nuotatore'' in quanto può essere causata da bagni in piscina o comunque in acque sporche.
Le forme croniche di otite esterna sono spesso di carattere dermatologico (eczema, dermatite seborroica, psoriasi, ecc.).
Fattori predisponenti sono: umidità, introduzione nel condotto di sostanze irritanti quali prodotti per capelli, traumi prodotti dalla pulizia.

Come si manifesta

  • Nell'otite esterna diffusa si avvertono prurito, dolore, secrezione fetida e calo dell'udito se il condotto è gonfio o pieno di detriti purulenti. La cute è arrossata e tumefatta.
  • L'otite esterna diffusa si differenzia dall'otite media acuta per la dolorabilità alla trazione del padiglione.
  • Nel caso dei foruncoli questi causano forte dolore e quando si aprono spontaneamente si ha una breve otorrea purulenta mista a sangue.

Cosa si deve fare

Nell'otite esterna diffusa i detriti infetti debbono essere rimossi dal condotto con una pulizia attenta e delicata con bastoncini di cotone o mediante aspirazione.
L'applicazione topica di preparati contenenti antibiotici e corticosteroidi risulta efficace, ma questi prodotti devono essere prescritti da un medico. I foruncoli vanno lasciati maturare e quindi lasciati aprire spontaneamente.
In questo caso gli antibiotici per uso locale sono inefficaci. Il dolore può essere alleviato applicando calore vicino all'orecchio ad esempio utilizzando una borsa piena di acqua calda.
Dormire mantenendo sollevata la testa. Nel caso di pelle secca, infiammata si può applicare un emolliente quale l'olio di oliva. Non immergersi in acqua e tenere ben asciutto l'orecchio per 3 settimane dopo la guarigione.

Quando rivolgersi al medico

Il ricorso al medico è sempre necessario per l'identificazione del tipo di otite e quindi la prescrizione della corretta terapia.
Chiamare il medico se il dolore non passa nonostante l'uso di gocce otologiche, se la febbre supera i 39° o se vi è scarico profuso dall'orecchio o gonfiore al padiglione auricolare.

Data di redazione Archivio Saninforma.


Copyright © 2000-2016 - Az. Speciale Farmacie Comunali Riunite - Reggio Emilia
É vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini presenti sul sito.